Energia Sottile


Vai ai contenuti

Presentazione

Il cammino dei chakras

Ogni situazione deve forzatamente esistere sul piano energetico per potersi manifestare a livello fisico.


Quando si va verso un obiettivo è molto importante
prestare attenzione al cammino.
E' il cammino che ci insegna sempre la maniera
migliore di arrivare , e ci arricchisce
mentre lo percorriamo.
( Paulo Coelho)




Il Cammino dei chakras è un percorso di autoguarigione capace di portare un sensibile miglioramento della qualità della vita.
Lo sviluppo "adulto" dei sette centri energetici principali può avvenire a seguito di una presa di consapevolezza degli stessi e le discipline energetiche, le tecniche di meditazione ed i rimedi erboristici possono avviare questo processo evolutivo. Portando l'attenzione, in maniera consapevole, alla propria realtà energetica è possibile creare una condizione di stabilità ed equilibrio che si può manifestare anche negli aspetti legati alla fisicità e nella sfera psico-emotiva personale creando una condizione di benessere in tutta la visione olistica dell'individuo.
Il percorso, che richiede una dedizione di almeno tre settimane per ogni chakras, può essere svolto in totale autonomia seguendo le tecniche esaudientemente spiegate nel libro omonimo oppure può essere condotto, seguendo la formula delle sessioni individuali da tecnici di discipline energetiche espressamente preparati.
Il Reiki, tecnica di primaria importanza nel corso di questo cammino, viene utilizzato con metodologie apprese nei vari seminari ma con un'attenzione particolare mirata alle peculiarità del centro energetico sul quale si concentra il lavoro di riarmonizzazione.
Una versione semplificata del Cammino dei chakras può essere percorsa ponendo l'attenzione, anziché su tutti i centri energetici in ordine progressivo dal primo al settimo, soltanto sul chakra interessato da difficoltà manifeste. A tal proposito è, però, utile ricordare la difficoltà che si pone nello stabilire l'origine del problema che, pur manifestandosi in un ambito specifico del vissuto, potrebbe essere generata da un disequilibrio precedentemente trascurato in un altro vortice energetico.







Torna ai contenuti | Torna al menu